Genitori

Il Progetto Fenix è stato sperimentato anche in maniera individuale o a piccolo gruppo a casa (nei casi, per esempio, di affidamento familiare, con bambini in adozione nazionale e internazionale e con bambini con difficoltà di apprendimento, più in generale).

Le attività proposte risultano efficaci per potenziare a casa le competenze acquisite a scuola (es. scrittura di un racconto), in affiancamento allo svolgimento dei compiti, per il recupero delle lacune e per il consolidamento degli apprendimenti (es. ripasso delle tabelline).

1. UTILIZZO DEL SITO

Il genitore che intende utilizzare le attività Fenix con il proprio figlio potrà trovare nel sito:

a) il link a software online, raccolti in una piattaforma appositamente predisposta e organizzati per ordine di scuola e contenuti disciplinari (matematica, lingua, processi cognitivi). Un motore di ricerca consentirà di individuare i software utili, inserendo il contenuto su cui si intende far esercitare il bambino (es. “frazioni”). A fianco di ogni software, una breve descrizione consente di conoscerne il funzionamento e i requisiti tecnici per far funzionare il gioco.

b) Materiali pubblicati (es. cd-rom, giochi concreti per la scuola dell’infanzia) o scaricabili dal presente sito (es. schede). Si tratta di sussidi utili per completare le attività in funzione delle necessità specifiche del bambino. Il genitore può anche fruire, come guida, della programmazione elaborata per i diversi anni scolastici o di quella proposta dall’insegnante di classe del figlio.

 2. LA MEDIAZIONE DELL’ADULTO

Durante le attività Fenix è importante che il genitore sostenga il bambino nello sforzo dell’apprendimento.

Occorre dunque che il genitore accompagni il percorso del bambino, intervenendo soprattutto quando il bambino chiede aiuto per proseguire nel gioco. In questo caso è necessario che l’adulto NON fornisca la soluzione, ma stimoli la comprensione, il ragionamento, la ricerca di vie di soluzione. È necessario quindi che abbia a disposizione anche materiali concreti per poter effettuare le esemplificazioni necessarie. È importante, inoltre, che l’adulto sappia individuare il livello adeguato nel software sulla base delle specifiche difficoltà e che aumenti progressivamente la difficoltà, man mano che incrementano le competenze del bambino, valorizzando di volta in volta i suoi successi. Allo scopo il genitore può raccordarsi con gli insegnanti di classe per individuare gli ambiti su cui centrare le attività a casa.

Annunci